Online il Verbale della prima seduta Consulta Comunale per l’ambiente

È online sul sito del comune il verbale della prima seduta per la consulta comunale per l’ambiente che si è tenuta lo scorso 8 maggio 2012 presso la sede dell’Assessorato all’Ambiente, al Verde e alla Qualità della vita del Comune di Modugno.
La seduta ha visto la partecipazione di rappresentanti di diverse associazioni di cittadinanza attiva già presenti ed operanti sul territorio in materia ambientale come il comitato Pro-ambiente, Giovani Menti Attive, Modugno città Plurale e Piazza Pubblica. Dopo una prima fase nella quale l’assessore comunica la scelta del presidente del consiglio comunale di designare come rappresentanti del consiglio comunale per la partecipazione ai lavori della Consulta Pino Tedeschi e Michele Mastromarco. Tali nomine saranno ratificate durante una seduta apposita del consiglio comunale e, in quanto provvisorie decadranno nel momento in cui sarà nominata la Commissione Consiliare sull’ambiente.
Non è stato designato, come da regolamento, il presidente della Consulta in quanto si è deciso all’unanimità di attendere la ratifica da parte del consiglio comunale per i due consiglieri comunali nominati per la consulta e per la volontà dell’associazione Giovani Menti Attive di con formale domanda alle attività della Consulta.

Primo argomento di discussione è il problema dell’elettrosmog. Il presidente del Comitato ProAmbiente, Tino Ferrulli, propone, dati i timori in merito ai possibili pericoli in seguito alla costante esposizione alle onde radio, di valutare la possibilità di apportare integrazioni e modifiche al Regolamento Comunale per le installazioni di impianti per telecomunicazioni e radiotelevisione, approvato con delibera di C.C. n.63 del 22.12.2006.
Attualmente, stando alla valutazione presentata dall’assessore all’Ambiente, “sul territorio comunale sono attualmente “on air” 29 siti (9 WIND, 5 TELECOM, 15 VODAFONE) e che non sono al momento pervenute richieste di nuove installazioni nel centro urbano di Modugno, ma solo di modifiche (adeguamento tecnologico) di alcuni degli impianti già esistenti”. In seguito ad una revisione da parte dell’assessorato dei dati registrati nel periodo tra gennaio 2011 ed aprile 2012 dalle tre stazioni di rilevamento dell’inquinamento elettromagnetico attive sul territorio di Modugno, sono stati rilevati 24 superamenti dei valori limite. Sono da registrare però dei picchi anomali ed elevati sui tre siti monitorati che fanno sospettare un malfunzionamento delle stazioni di rilevamento in seguito alla mancata taratura e, quindi, sarà necessaria una verifica. L’assessore Di Ciaula comunica di aver inoltrato ad ARPA Puglia una richiesta ufficiale di rilevamento e verifica dei livelli di inquinamento elettromagnetico. tali rilevamenti saranno divulgati appena comunicati dai responsabili di ARPA Puglia, che hanno già eseguito un primo sopralluogo sui siti in esame.
La seduta si conclude dopo la richiesta di informazioni da parte dei rappresentanti delle associazioni Piazza Pubblica e Modugno Città Plurale, sul progetto “Rifiuti Zero” adottato recentemente dall’amministrazione comunale di Modugno.
“L’assessore – leggiamo nella parte conclusiva del verbale della consulta – informa che è in fase di avanzata elaborazione il capitolato di gara per il nuovo servizio di igiene urbana che prevedrà una raccolta “porta a porta” su tutto il territorio comunale. Afferma anche che verrà avviata a breve una serie di incontri con vari soggetti (consiglieri comunali, imprenditori, mondo della scuola, artigiani etc.) finalizzati ad un percorso partecipato del progetto e fornisce alcuni dettagli sul futuro sistema di gestione dei rifiuti della città di Modugno.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.