Modugno: tre novità importanti sul fronte ambientale

Tre novità molto importanti sono state comunicate dall’assessore all’Ambiente Di Ciaula sulla pagina Facebook “Modugno verso Rifiuti Zero”. La prima: posizionate sul territorio modugnese le campane di raccolta per gli oli vegetali domestici usati. I cittadini possono trovarle nel cortile della Scuola Media Statale “Francesco Casavola” in via Enrico Fermi, al parco urbano “San Pio” in via Giovanni Verga e alle Piscine Comunali in via M.llo Giuseppe Di Cristo. Il conferimento sarà possibile durante gli orari di apertura delle strutture. E’, inoltre, possibile avanzare richiesta di posizionamento di ulteriori campane di raccolta da parte di condomini privati di grandi dimensioni che siano dotati di un cortile recintato, all’indirizzo di posta elettronica g.cramarossa@comune.modugno.ba.it.
Di seguito un piccolo vademecum: “Lo smaltimento dell’olio usato nel lavandino della cucina o in qualche scarico è uno dei maggiori errori che possiamo commettere, perché è un atto altamente inquinante. Un solo chilo di olio versato su uno specchio d’acqua forma uno strato di pellicola grande come un campo da calcio, rendendo necessaria una bonifica di alcune centinaia di metri quadri. Gli oli esausti gettati nei lavandini vanno a finire nelle falde acquifere, dove formano una pellicola al di sotto della quale niente può rimanere in vita perché viene impedito lo scambio di ossigeno fra aria e acqua. Un litro di olio rende non potabile circa un milione di litri d’acqua, quantità sufficiente per il consumo di acqua di una persona per 14 anni. Gli oli esausti, inoltre, dopo essere stati filtrati e controllati, possono essere riciclati in alcuni processi industriali, trasformandosi da rifiuto pericoloso in risorsa utile in processi produttivi”.

Cosa si deve raccogliere: Tutti gli oli utilizzati nell’alimentazione, per esempio: olio di oliva, olio di semi, olio di palma, gli oli usati per conservare verdure o altri alimenti, oli e grassi residui di cottura e frittura.

Cosa non si raccoglie: Olio minerale, cioè quello usato per la lubrificazione di qualsiasi tipo di veicolo a motore. Questa è una prescrizione molto importante, perché la miscela di oli vegetali e oli minerali, oltre a non essere più riciclabile, è anche difficile e molto costosa da smaltire.

Come eseguire la raccolta differenziata degli oli vegetali usati: Aspettare che l’olio si raffreddi e collocarlo in bottiglie di plastica o vetro, in attesa del conferimento nelle apposite campane di raccolta.

La seconda buona notizia: “La Regione – spiega Di Ciaula – ha comunicato ufficialmente di aver approvato il piano di raccolta differenziata del Comune di Modugno, basato sulla raccolta porta a porta spinta e sulla riduzione della produzione di rifiuti, assegnandoci un finanziamento di 144mila euro per il potenziamento del servizio”.

La terza ed ultima notizia si concentra sulla rete di monitoraggio Sorgenia. “Sul portale ambientale del Comune – conclude l’assessore – sono disponibili i report della rete di monitoraggio della centrale, sino ad ora inaccessibili alla maggior parte dei cittadini. Verranno aggiornati in tempo reale appena trasmessi da Arpa Puglia. Al momento sono presenti i report dell’intero 2011. Senza trasparenza è difficile garantire la partecipazione. Senza partecipazione è impossibile garantire i diritti democratici”.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.