Calcioscommesse, scarcerati i capi ultras del Bari: ora tutti e 3 ai domiciliari

Procura della Repubblica di Bari

Scarcerato l’ultras modugnese del Bari Raffaele Loiacono. Il Tribunale del Riesame di Bari, accogliendo parzialmente il ricorso del difensore, l’avvocato Gaetano Sassanelli, ha concesso a Loiacono gli arresti domiciliari. Stessa attenuazione della misura è stata concessa a Roberto Sblendorio, anche lui detenuto nel  carcere di Bari dal 10 maggio con l’accusa di violenza privata aggravata. Rigettata la richiesta di revoca della misura cautelare per Alberto Savarese, detto “il parigino”, che resta ai domiciliari. All’udienza, che fonti ben informate definisconoi “dai toni accesi”, ha partecipato il pm della Procura di Bari, Giuseppe Dentamaro, titolare del fascicolo insieme al procuratore Antonio Laudati e al sostituto Ciro Angelillis. I tre sono accusati di aver minacciato alcuni giocatori del Bari per convincerli a truccare i risultati delle partite. I fatti contestati si riferiscono alla stagione 2010-2011, che costò ai biancorossi la retrocessione i serie B. Tre le partite incriminate: Bari-Sampdoria del 23 aprile 2011, finita 0-1, Cesena-Bari del 17 aprile 2011, finita 1-0, Bari-Chievo del 20 marzo 2011, conclusasi 1-2.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.