Tenta una rapina e scappa: arrestato un 30enne modugnese

altIntorno a mezzanotte circa ha cercato di rapinare maldestramente un ristorante. Si è avvicinato nervosamente al titolare mentre questi si accingeva a chiudere il locale simulando di celare nella tasca della felpa un’arma da fuoco, ma alla pronta reazione della vittima, si è dato alla fuga a bordo della sua auto la cui targa è stata però rilevata da un passante.

Sul posto sono prima intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Bari Centro, che sulla base delle dichiarazioni della vittima e delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza dell’esercizio, unitamente a 2 “gazzelle” del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari e della Compagnia di Modugno, nonché alcune Volanti della Polizia di Stato, hanno iniziato a battere palmo a palmo i due centri abitati alla ricerca del malfattore.

All’una circa, l’auto del fuggitivo è stata intercettata da una Volante della Questura che ha avviato un inseguimento a forte velocità sulla SS. 96 in direzione Modugno. Gli agenti sono riusciti a farlo desistere dalla fuga, facendolo accostare in una piazzola di sosta. Mentre i poliziotti, scesi dai mezzi, si accingevano a controllarlo, l’uomo, dopo aver effettuato una manovra di retromarcia decisamente pericolosa per l’incolumità degli stessi, si è allontanato repentinamente facendo perdere le proprie tracce, senza fortunatamente investirli.

Le ricerche di Polizia e Carabinieri sono continuate incessantemente fino alle successive ore 04,00 quando una pattuglia dell’Arma ha intercettato nuovamente l’auto del malvivente sulla SS96, direzione Bari, inseguendola e bloccandola a Modugno dove il conducente, in evidente stato di agitazione, si è definitivamente arreso. Identificato in un 30enne di Modugno già noto alle Forze dell’Ordine, l’uomo è stato arrestato, congiuntamente da Carabinieri e Polizia, con le accuse di tentata rapina, tentate lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale e su disposizione della Procura della Repubblica di Bari è stato associato presso la locale casa circondariale.

 

(nota ufficiale Carabinieri Comando Provinciale di Bari )

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.