A Modugno da tutta la regione per la strategia “Zero Rifiuti”

altL’associazione “Modugno Città Plurale” ha organizzato per venerdì prossimo 9 dicembre alle 17,30 presso l’auditorium dell’Itc “Tommaso Fiore” in Via Padre Annibale Maria di Francia, 4 a Modugno, un incontro sulla gestione dei rifiuti in Puglia.

Vari gruppi di cittadinanza attiva provenienti da tutta la regione, dalla Daunia al Salento, si confronteranno sulla situazione dei rifiuti in Puglia, portando la stessa regione ad adottare le “buone pratiche” e non quelle costituite da inceneritori e discariche. L’incontro sarà introdotto e moderato dal dottor Agostino Di Ciaula medico Isde (International Society of Doctors for the Environment). Tra i relatori segnaliamo la presenza del dottor Paul Connet, professore di chimica alla St. Lawrence University (NY, USA), noto a livello mondiale per essere l’ideatore della strategia “Zero rifiuti”. Inoltre relazionerà Rossano Ercolini, punto di riferimento nazionale ed internazionale per l’applicazione concreta di questa strategia di gestione dei rifiuti. Ercolini è anche coordinatore del “centro ricerca rifiuti zero” del Comune di Capannori in provincia di Lucca e referente della “rete italiana dei comuni virtuosi”. In scaletta sono previsti altri quattro interventi: Pietro Santamaria, ricercatore presso il dipartimento di Scienze agro alimentari e territoriali all’Università di Bari “Aldo Moro”, Giuseppe Dimunno, attivista del Comitato spontaneo contro l’inceneritore di Borgo Tressanti a Cerignola, Roberta Forte avvocato di Galatina e segretaria provinciale di Rifondazione Comunista, da anni impegnata sul fronte dei cementifici-inceneritori e Tino Ferrulli, presidente del Comitato Proambiente di Modugno, anch’egli da anni impegnato contro gli insediamenti inquinanti sul territorio (centrale Sorgenia e inceneritore Ecoenergia).

Su quest’ultimo fronte il Comitato ha annunciato la vittoria definitiva con il parere negativo dato dalla Regione Puglia alla Via (Valutazione di Impatto ambientale). Ricordiamo anche l’impegno del Comitato Proambiente sul fronte delle antenne selvagge, della discarica fra Palo del Colle e Modugno, della cementeria e della Zona Misciano, oggetto di denuncia alla Procura della Repubblica il 23 novembre scorso per presunte violazioni in materia paesaggistica, archeologica, architettonica ed idrogeologica. All’evento hanno dato adesione il Comitato “Riprendiamoci il futuro” di Conversano, il Comitato Proambiente di Modugno, il Coordinamento contro gli inceneritori e le centrali di Capitanata, il Comitato spontaneo contro l’inceneritore di Borgo Tressanti, il “Collettivo Exit Barletta”, “Artemia Salina”, “Cambiamo Aria Galatina”, il “Comitato apricense Ats ambiente, territorio, salute”, “DifferenziaNoci” oltre a “Modugno Città Plurale”. E’ stata annunciata la presenza dei sindaci di Bari, Modugno, Palo del Colle, Grumo Appula, Binetto, Bitetto, Bitritto, Sannicandro e Toritto. A questi, infine, verrà rilasciata una proposta di deliberazione per aderire alla strategia “rifiuti zero” e alla rete dei comuni virtuosi.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.