Lo Sporting Modugno ai nastri di partenza della nuova stagione con un progetto ambizioso

La nuova stagione 2010-2011 partirà con un progetto ambizioso.

Terminata la stagione 2009-2010 è tempo di analisi e responsi in casa Sporting per poter organizzare al meglio la prossima stagione affinché la compagine bianco-azzurra possa presentarsi ai nastri di partenza del campionato di serie B di calcio a cinque stagione 2010-2011 con un progetto ben più ambizioso del precedente. E’ su questa falsa riga che corre il pensiero dello staff dirigenziale dell’ A.S.D. Sporting Modugno FC esplicato tramite le parole di Sifanno Michele uno dei massimi esponenti della società.

“Lo Sporting ha conseguito ampiamente il suo obiettivo di permanenza in serie B essendo una matricola e averlo fatto con ben otto giornate di anticipo non può far altro che inorgoglirci maggiormente. Anzi forse c’è anche una piccola dose di rammarico per non aver centrato la zona play off che per motivi dettati dagli infortuni in taluni casi e vari problemi in altri, ha fatto si che nella fase clou del campionato ci si è ritrovati senza i nostri punti cardini e rappresentativi come Oreste nel mese di novembre, capitan Gravina debilitato per un lungo periodo causa influenza, Pipo Paglia argentino di ottimo spessore che è dovuto rientrare anticipatamente in patria per motivi familiari”.

“Nonostante tutto siamo riusciti a toglierci delle grosse soddisfazioni come sconfiggere tutte le big in casa escluso il team abruzzese dell’ Adriatica Pescara e lottare fino a tre, quattro giornate dal termine per un piazzamento play off, concludendo il campionato in sesta posizione e ottenendo quel risultato che all’inizio di stagione era davvero impensabile e improponibile. Ricordo infatti la prima amichevole, quando sconfitti dai pari grado del Martina per 12 a 1 avevamo compreso assieme a mr Di Cosmo che qualche ritocco era necessario”.

Detto – fatto. L’arrivo dei talentuosi argentini Pipo Paglia e Gonzalo Marengo giunti già a settembre e Marra successivamente, infatti è stato davvero utilissimo alla causa. Purtroppo il venir meno di una sponsor ha creato non pochi grattacapi dal punto di vista prettamente economico che ovviamente si è riversato su i programmi societari relativi alla nostra campagna acquisti di rafforzamento nel mercato di dicembre per poter ambire a qualcosa in più di una salvezza.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.