Domenica 14 ottobre biciclettata alla scoperta dei tesori archeologici in zona Misciano

Su proposta dell’associazione “Giovani Menti Attive”, fatta propria dall’intera Consulta comunale ambientale, domenica 14 ottobre dalle 10 alle 13 si terrà la biciclettata “Riscopriamo Lama Misciano…in bicicletta” alla scoperta dei tesori archeologici presenti in zona Misciano, appendice di Lama Balice, nel territorio compreso fra Bari, Modugno e Bitonto. Tale evento è il culmine di anni di battaglie delle associazioni ambientaliste presenti sul territorio modugnese per scongiurare il rischio di costruzione dell’inceneritore di proprietà del “Gruppo Marcegaglia spa” della capacità di 90000 tonnellate di Cdr e biomasse proprio su questo territorio. Le indagini portate avanti dal Pm di Bari Bretone hanno evidenziato che la zona risulta di “notevole bellezza”. Dopo il sequestro dell’area dell’impianto, la Soprintendenza dei beni architettonici e paesaggistici, interpellata dal Ministero dei Beni Culturali a seguito di una nota inviata dal Comitato Pro Ambiente, molto dettagliata e  corredata da foto inedite, espresse parere negativo alla realizzazione dell’impianto di incenerimento nel procedimento relativo al rilascio del parere di compatibilità ambientale. La zona risultò essere vincolata ai sensi del D.M. 1 Agosto 1985. Recentemente, con determina dirigenziale n.272 del 21 novembre 2011, la Regione Puglia ha espresso parere negativo al rilascio della Valutazione di Impatto ambientale (Via) al suddetto impianto del gruppo Marcegaglia. Attualmente vi è un processo in corso relativo alle indagini portate avanti dal Pm Bretone.

Il percorso della biciclettata, dunque,  sarà così articolato: partendo da Piazza Sedile, si percorreranno Corso V. Emanuele, Via Bitonto, Via G.Reni, Via P. Marzi, la strada provinciale 54 Modugno Palese, Via dei Gladioli fino all’arrivo a Lama Misciano. Qui le otto associazioni organizzatrici facenti parte della Consulta comunale ambientale, ossia Giovani Menti Attive, il Comitato “Modugno in…dignità”, il Comitato “Pro Ambiente”, Piazza Pubblica, wwf-cea, Città Plurale, Società italiana per i beni culturali, e Pro Loco Modugno spiegheranno ai presenti le bellezze storiche ed architettoniche di cui è provvista l’area .

L’iter prevederà la visita al trappeto dell’”Olio Rosso”, al palmento,  alla via Traiana antica,  alla torre della “Bella  Mora”, agli ipogei, al sepolcreto e a Via Monte Peloso. “Questa manifestazione – ci dice Tino Ferrulli presidente della Consulta comunale ambientale – servirà per porre l’accento nei confronti delle istituzioni per valorizzare il territorio di lama Misciano. L’invito dunque è rivolto al Comune di Modugno ad iniziare un serio progetto per la costituzione di un parco archeologico da integrarsi al Parco naturale di Lama Balice, cosi come dalle numerose istanze protocollate ed indirizzate al Ministero dei Beni culturali, all’assessore regionale alla Qualità del territorio, alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici, al presidente del Consorzio A.s.i ed al sindaco Gatti”.

Per domenica prossima, inoltre, per chi vorrà, in piazza sedile dalle 10 alle 12 è prevista la sottoscrizione del modulo di adesione alla manifestazione, che potrà essere fatta anche per tutto l’arco della prossima settimana nelle sedi delle associazioni organizzatrici. Tutto questo, ovviamente, a titolo gratuito. “Per le persone impossibilitate per problemi di salute o deambulazione – conclude Ferrulli – sarà possibile venire in auto seguendo in coda il corteo il quale sarà scortato dalla Polizia Municipale, dalla Protezione Civile e dalle Forze dell’Ordine nonché dal servizio di vigilanza istituito dalle associazioni. Per l’evento è prevista l’assistenza medica con autoambulanza della Croce Rossa italiana durante tutto il percorso”. Si spera dunque che sia una giornata di festa. Nella speranza di rivalutare una zona che in molti ci invidiano e che qualche sconsiderato imprenditore avrebbe voluto cancellare senza alcuno scrupolo.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.