Il Comitato di quartiere “Le Monacelle” denuncia il forte stato di degrado della zona

La Santa Famiglia delle

La Santa Famiglia – chiesa di San Giuseppe

Il Comitato di quartiere “Le Monacelle” continua la sua battaglia per la salvaguardia della zona. Il 9 luglio scorso, infatti, Gianvito Armenise responsabile del movimento politico-cattolico ‘Azione e Tradizione-Due Sicilie’ ha comunicato come da circa un mese “il Comitato di Quartiere ‘Le Monacelle’ di Modugno ha protocollato al Prefetto di Bari, ai Carabinieri di Modugno, alla Polizia Municipale di Modugno ed al sindaco di Modugno, una nota (sottoscritta da una ventina di firmatari) per evidenziare la grave situazione di allarme sociale che il quartiere sta vivendo ormai da troppo tempo. Questa si concretizza in tentativi di borseggio ai danni di anziane signore, una delle quali il 27 maggio scorso ha fatto ricorso alle cure mediche dopo essere stata scaraventata a terra riportando ferite alla testa”. Insomma una situazione che colpisce Modugno e specialmente il quartiere ‘Le Monacelle’ di criminalità a tutto spiano. 

“Inoltre – continua Armenise – l’intero quartiere appare dimenticato dalle Amministrazioni comunali. Evidenti i segni di degrado. Situazione di abbandono e disagio già a suo tempo segnalate dalla Segreteria Politica da ‘Azione e Tradizione – Due Sicilie’ che, nell’ottobre del 2010, aveva indirizzato all’allora sindaco Rana una petizione per la risoluzione delle problematiche ambientali e sociali che riguardavano il quartiere. Da allora nulla é stato fatto ed anzi la situazione é peggiorata: schiamazzi notturni che impediscono il riposo ad una popolazione in gran parte anziana, sporcizia, vandalismo, spaccio di sostanze stupefacenti, atti osceni in luogo pubblico. Sono solo alcune delle situazioni di malessere diffuso e di inciviltà che rendono invivibile l’intero quartiere da parte dei residenti”.

La battaglia, dunque, continua. Soprattutto quella relativa al mantenimento delle chiavi della Chiesa delle Monacelle e di cui ci siamo occupati in precedenti articoli. Armenise, a tal proposito, dal suo profilo facebook è molto eloquente e denuncia una stranezza accaduta proprio a Modugno: “Per mesi avevano accusato Michele Mangialardi dell’associazione musicale ‘Casavola’ di gestire da laico i locali della Chiesa delle Monacelle. Adesso si apprende che la Chiesa della Madonna delle Grazie a Modugno (sulla via per l’Auchan) appena restaurata é gestita anch’essa da un laico e che il 2 luglio é stata celebrata una ‘smessa’ da monsignor Ciavarella. Per il Mangialardi pubbliche accuse di connivenze con ‘sedevacantisti’, per l’altro laico onori e gloria. Due pesi e due misure? Mah…i modernisti che occupano le Chiese senza autorità alcuna sono proprio strani. Frattanto – conclude Armenise – la Chiesa delle Monacelle é più viva che mai. Alla faccia di chi ci vuole male”.

                                                                                                       

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.