FAL NUOVI TRENI PER I PENDOLARI

Nella conferenza stampa tenutasi nella stazione Fal di Bari scalo il 18 u.s. l’assessore alle infrastrutture e mobilità Guglielmo Minervini ha dichiarato che ” il conto alla rovescia è iniziato: le Ferrovie Appulo Lucane, che da trent’anni non rinnovavano il parco mezzi, da fine settembre metteranno in in servizio i primi due nuovi treni”.

Nell’occasione, insieme al presidente del Cda Fal, Matteo Colamussi, è stato presentato il concorso “Comunicazione di servizio. La nostra voce sei tu” che ha l’obiettivo di selezionare tra i pendolari la persona che presterà la propria voce alle comunicazioni di servizio che attraverso i nuovi impianti di diffusione sonora, di cui finalmente le stazioni sono state dotate, informeranno i viaggiatori. Nelle giornate del 21 e 22 maggio, in stand allestiti nelle stazioni Fal di Bari e Matera, i viaggiatori potranno partecipare al concorso registrando la propria voce. Alla voce prescelta due anni di abbonamento e buoni libro. Il 30 marzo 2011 “in tempi record – sottolinea Minervini – è stato siglato il contratto con l’azienda svizzera che si è aggiudicata la gara (Stadler) e avremo presto le prime consegne del materiale rotabile”. Una ulteriore buona notizia per i pendolari FAL riguarda il numero complessivo dei treni che arriveranno entro la fine del 2013. “Grazie al reperimento di altri 10 milioni di euro, saranno acquistati due treni in più rispetto alla commessa iniziale. Complessivamente – spiega Minervini – saranno 11 i nuovi treni per un investimento di 60 milioni di euro realizzato quasi interamente con fondi strutturali. Sarà un segno tangibile e incisivo di rinnovamento per una azienda che pone sempre più al centro il viaggiatore e i servizi di cui necessita “. Una azienda che negli ultimi anni sta facendo grossi passi avanti anche attraverso l’ascolto dei comitati e l’utilizzo dei social network stabilendo così un filo diretto di comunicazione con i viaggiatori.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.