L'autosospensione dal PD non risolve la questione politica ed istituzionale

SEL Modugno

In seguito all’autosospensione dal Partito Democratico del sindaco e dei componenti della giunta coinvolti nelle indagini che stanno scuotendo le fondamenta di palazzo Santa Croce, giunge subito la risposta del coordinatore del circolo di Modugno di Sinistra Ecologia e Libertà Ernesto Chiarantoni.

“Apprendiamo dagli organi di stampa – leggiamo nella nota – dell’autosospensione dal Partito Democratico del sindaco di Modugno Domenico Gatti, del Presidente del Consiglio Antonio Scippa e dei Consiglieri comunali Saverio Pascazio e Graziano Di Ciaula, iscritti nel registro degli indagati dalla magistratura.

Prendiamo atto e condividiamo il riconoscimento di un problema, pur se a nostro avviso, affrontato unilateralmente dal partito di maggiornaza relativa.

Tuttavia, – conclude Chiarantoni – se da un lato l’autosospensione “consente al PD la libertà di fare politica in modo credibile per la legalità e la trasparenza nella Pubblica Amministrazione”, come affermato dal coordinatore del Partito Democratico, dall’altro lascia irrisolta la questione, sul piano politico ed istituzionale.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.