Italia Giusta annuncia il dibattito sul "caso Modugno"

altMercoledì 9 novembre alle 16, nella sua sede di via X Marzo, 88, il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, organo della fondazione onlus Popoli e Costituzioni, convoca una conferenza stampa per presentare l’incontro pubblico che ha organizzato a Modugno nel palazzo della Cultura, venerdì 11 novembre alle 18, e intitolato “Il caso Modugno, di male in peggio”. L’iniziativa dell’incontro pubblico è stata presa per portare l’attenzione cittadina sulle questioni in cui Modugno, città alle porte di Bari, è stata dannosamente impaludata da amministrazioni comunali non all’altezza del loro compito, e di cui Italia Giusta non smette di focalizzare pubblicamente le derive drammatiche per la cittadinanza modugnese. Gli interventi riguarderanno, dunque, la questione morale, quella della ex cementeria e del suo inquinamento da amianto (su cui www.sudcritica.it ha pubblicato una inchiesta puntuale), del centro storico e dei servizi sociali, dell’inceneritore e della turbogas, la questione della trasparenza amministrativa, dell’ambiente e dei diritti civili. I relatori (Pasquale De Santis di Italia Giusta, Nicola Loiacono testimone dell’inquinamento da amianto della ex cementeria, Giancarlo Ragnini responsabile dei Verdi di Modugno, Tina Luciano di Italia Giusta, Nicola Sacco redattore di Sudcritica, Nicola Magrone presidente Popoli e Costituzioni) ne discuteranno aggiornandone gli aspetti e rilevandone l’intensificarsi della gravità con il recente avvicendamento amministrativo. La riunione pubblica di venerdì 11 sarà inframmezzata da filmati curati da Giovanni Buttiglione e Alberto Covella di Italia Giusta, che indicheranno visivamente i modi impropri e dannosi per la salute pubblica, in cui si stanno svolgendo i lavori di demolizione della ex cementeria.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.