Angela Posa:"Il mio lavoro non finirà con la pensione"

Angela Posa, 200 targhe e 2.500 encomi. Il primo riconoscimento alla dipendente comunale nel lontano 1967. 200 targhe, 5 medaglie d’oro, 6 coppe e 2.500 lettere di encomio, un’apparizione sul noto programma della RAI “Uno mattina”.

Un curriculum di tutto rispetto che potrebbe far pensare ad un personaggio pubblico, uno sportivo o un politico. E invece ci stiamo riferendo ad una persona comune. Ad una persona che, a Modugno, tutti amano e stimano per modestia, altruismo e buon cuore. Angela Posa è quella che può essere definita una veterana del Comune di Modugno. 48 anni di servizio, vi lavora da quando aveva 18 anni e, per due, vi ha lavorato gratis.

“Amare Dio negli altri” è il motto di questa infaticabile e simpaticissima signora che, nella sua semplicità, ha fatto di tutto per aiutare gli altri e che, anche quando andrà in pensione, continuerà a farlo. “Il mio lavoro non finirà con la pensione – fa sapere la simpatica impiegata – continuerò a fare la fila allo sportello per chiunque ne abbia bisogno e ad interessarmi alle questioni di chiunque me lo chiederà”. Ma l’operato di Angela Posa non è circoscritto solo entro i limiti del suo lavoro, va ben oltre.

“Il 13 giugno 2010 – afferma orgogliosamente la dipendente comunale – ho ricevuto una medaglia dal Canada perché ho fatto togliere un cavo elettrico dove passava la processione”. Il primo encomio la signora Angela Posa l’ha avuto nel 1967. “Volevano licenziarmi e darmi una sanatoria – racconta la signora Posa – ma ho rifiutato e ho accettato di lavorare anche gratis. È stato il mio capoufficio che, di tasca propria, ha deciso di regalarmi la prima targa per dimostrare quanto fossero tutti affezionati a me. Mi sono commossa”.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.