Angiuli responsabile ADMO:"il numero dei donatori è insufficiente"

Da sette anni attiva sul territorio per sostenere i malati di leucemia. E’ la sezione modugnese dell’Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo). Partiti nel 2003 con 60 donatori, oggi la banca dati ne conta oltre 200, “ma siamo ancora troppo pochi – spiega il responsabile Massimo Angiuli -. Non ci possiamo fermare perché i malati di leucemia aumentano e l’80% dei ricoveri ha bisogno di trapianto”.

Del direttivo dell’Admo di Modugno fanno parte 15 persone e altri 40 oltre a essere donatori, collaborano come volontari agli ormai consolidati appuntamenti che l’Admo organizza durante l’anno, dal galà di solidarietà nell’estate modugnese, al concerto di Natale, dal trofeo di Sant’Antonio tra forze dell’ordine e volontari, alla festa di carnevale per i più piccoli con spettacoli di burattini nelle scuole. E poi ancora la befana, la “Rosa per la vita” in occasione della festa della mamma.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.