Imu: il ravvedimento operoso sul sito del comune

Il 18 giugno u.s. è scaduto il termine per il versamento della prima rata dell’Imposta Municipale Propria. Le norme vigenti (art. 13 del D.Lgs 472/1997) consentono ai contribuenti che abbiano omesso di effettuare il versamento dell’importo dovuto di sanare tale irregolarità con il versamento di una piccola sanzione pari al 3% dell’importo non versato, oltre agli interessi (2,5% annuo). Si rammenta che, nel caso di accertamento da parte dell’Ufficio Tributi, la sanzione da versare sarebbe invece del 30%.
L’applicativo “calcolo Imu” già presente sul sito internet istituzionale del Comune di Modugno è aggiornato a tale previsione di Legge e consente di quantificare l’imposta dovuta, le sanzioni ridotte e gli interessi provvedendo altresì alla stampa del modello F24 necessario per effettuare il pagamento.
Il cittadino/contribuente, dopo aver cliccato sul pulsante “calcolo Imu”, dovrà fornire pochi elementi (la rendita catastale al netto della maggiorazione del 5%, la quota di possesso, i mesi di possesso e, se proprietario di immobili adibiti ad abitazione principale, anche il numero dei comproprietari conviventi ed il numero dei figli conviventi, non più di otto, di età non superiore a 26 anni). Con un semplice “click” sul pulsante “calcola” otterrà il calcolo complessivo dell’imposta annuale. Inserendo, poi, nell’apposita videata, i propri dati anagrafici ed optando o per il versamento in 2 rate o per il versamento in 3 rate (quest’ultima opzione è possibile solo per l’IMU relativa all’immobile adibito ad abitazione principale) otterrà, cliccando sul pulsante posto in basso “stapa F24”, il calcolo dell’imposta da versare in acconto ivi inclusi sanzioni ed interessi ed il relativo il modello F24 completo da stampare e da consegnare in banca/posta per il relativo addebito.

(comunicato stampa assessorato alle finanze)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.