Arriva in ritardo all'appuntamento e il fidanzato la picchia

altE’ arrivata con 5 minuti di ritardo all’appuntamento con il suo fidanzato. Lui, accecato dalla gelosia, l’ha insultata e picchiata a sangue. Protagonista una 20enne di Modugno. E’ accaduto lunedì sera al quartiere Picone di Bari, dove i Carabinieri hanno arrestato il ragazzo, un incensurato di 23 anni del quale non sono state rese note le generalità, con le accuse di lesioni gravi, percosse e ingiurie. La coppia si sarebbe dovuta incontrare in un locale di via De Ferraris. La ragazza, una 20enne di Modugno, è giunta all’appuntamento con appena cinque minuti di ritardo. Questo avrebbe scatenato nel giovane un’inspiegabile scenata di gelosia, tanto che non ha esitato a ricoprirla di pesanti insulti e quindi, inaspettatamente, a schiaffeggiarla ripetutamente e con violenza in pieno volto. L’immediato intervento di alcune persone, che sono riuscite a calmare il giovane, ha di fatto scongiurato conseguenze peggiori, ma solo per qualche ora, atteso che la discussione si sarebbe riaccesa più tardi. La ragazza, infatti, non avendo trovato il coraggio di andar via, ha trascorso il resto della serata nel locale, facendosi più tardi accompagnare a casa dallo stesso fidanzato. Lungo il tragitto, però, alla richiesta di spiegazioni, il giovane avrebbe risposto ancora una volta con una serie di violenti ceffoni, sino a quando la malcapitata è riuscita a divincolarsi dalla morsa dell’aguzzino, scendendo dal veicolo. Ieri, infatti, dopo le dimissioni dall’ospedale con una prognosi di 30 giorni dovute a contusioni multiple riscontrate al volto e agli arti, la vittima si è presentata in caserma per vuotare il sacco, riferendo di episodi analoghi già avvenuti in passato. Rintracciato e tratto in arresto, il 23enne si trova ora rinchiuso nel carcere di Bari.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.