Lettera al sindaco di Modugno

Le Mantellate

Le mantellate

Pubblichiamo la lettera inviataci per conoscenza dal presidente dell’associazione “San Giuseppe delle Mantellate”

Gent.mo Dott. Ing. Domenico Gatti
Sindaco del Comnune di Modugno
Piazza del Popolo, 16
70026 Modugno

Al Presidente del Consiglio Comunale  di Modugno
Piazza del Popolo, 16
70026 Modugno

A tutti i gruppi consigliari Comune di Modugno
Piazza del Popolo, 16
70026 Modugno

All’Assessore Servizi Sociali Comnune di Modugno
Piazza Plebiscito, 1
70026 Modugno

Racc. a.r.(a mano)
Oggetto: eventuale abbattimento della cappella “S. Giuseppe”delle Mantellate, sita a Modugno in via Riva, 4 in complesso conventuale delle suore Benedettine del Santo Volto di Nostro Signore Gesù Cristo.        

Con la presente per nome e per conto i cittadini dell’associazione “S. Giuseppe delle Mantellate”, rappresentato dal Presidente Sig. Gaetano Bellomo, protestano e intendono far sentire la loro voce e il loro rammarico per il preannunciato abbattimento della cappella in oggetto, strumentale alla realizzazione di un colossale intervento edilizio che dovrebbe essere realizzato proprio sull’area di sedime del complesso conventuale da abbattere unitamente alla cappella.

Che a noi cittadini e associazione sta molto a cuore in particolare la cappella che da più di 60 anni,fa parte dell’intera comunità modugnese, realizzata a suo tempo con proventi e sacrifici degli stessi cittadini.Quanto su menzionato, al Sindaco e ai destinatari della presente sottolineamo che gli edifici di culto sono opera di urbanizzazione secondaria, così come le scuole, gli impianti sportivi, il verde di quartiere, le attrezzature sanitarie, nonché gli enti e/o uffici ASL ad oggi esistenti nella struttura medesima ecc.. (cfr. art.16 co.8 del DPR 380/06 giugno del 2001- Testo Unico dell’edilizia, vedi anche art.4 lett. E) della L. 29 settembre 1964 n.847) opere tutte necessarie a stabilizzare l’esistente e che, quindi,non possono essere ex abrupto eliminati perché ormai parte del patrimonio urbanistico culturale della collettività modugnese.

Ciò premesso, invitiamo i destinatari della presente a rendersi protagonisti e a difendere tale struttura che a tutt’oggi richiama lustri di affettività da parte di coloro che per generazioni hanno praticato il culto, oltre che utilizzo della medesima come centro di scolarizzazione per intere generazioni.
Altresì, siamo ad informarVi che da una serie di informazioni pervenuteci è giunta alla ASL comunicazione intimando il rilascio della struttura di cui sopra (entro e non oltre 30gg.).

Pertanto, chiediamo Vs. precisa e sostanziale presa di posizione atta a salvaguardare la struttura di cui trattasi, considerando una possibile disponibilità a far valere diritto di prelazione da parte della ASL che attualmente occupa tale struttura.Ove si determinino siffatte condizioni dell’abbattimento ravvisiamo sin d’ora il notevole disagio che investirebbe la cittadinanza tutta a portarsi in centri periferici per la risoluzione delle problematiche quotidiane.Non crediamo, come associazione, che darebbe lustro alle buone e programmate intezioni di rilancio della città di Modugno da parte di questa nuova amministrazione appena insediatasi.

Modugno, 07.07.2011                            

IL PRESIDENTE
Gaetano Bellomo

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.