Modugno o Venezia?

alt

piove…

Ieri, come tante altre volte, come sempre, dopo la pioggia su molte strade della città ci volevano le gondole.

Via X Marzo? allagata. Viale della Repubblica? ma va! allagato. La via per Bitritto, nel tratto vicino al vecchio mulino? non ci posso credere! allagata. Via Roma? Santi numi! allagata. Corso. Vittorio Emanuele, nel tratto che immette sul cavalcavia che chiamano soprapasso? (che parola orrenda) cosa vedono i miei occhi? allagata. Il Centro Storico? Oh my God! allagato.

Sgorga spontanea una domanda, che s’insinua e irrompe sulle labbra di tutti i cittadini….”ma, come, non avevano fatto i lavori della fogna bianca, proprio lo scorso anno!!” Ma possibile che nonostante l’alto budget fuoriuscito dai rubinetti del comune per ampliare i canali di sfogo delle acque piovane, la pioggia d’interventi al fine di arginare l’annoso problema degli allagamenti stradali, le opere eseguite, eseguite? che paroloni, sarebbe meglio dire da eseguire. Dopo ogni temporale, anche se breve, e neppure tanto intenso in città “se parla venzian”.

Un appello al sindaco Gatti e all’assessore alla Protezione Civile, per l’appunto “protezione civile”. Fate qualcosa, altrimenti questo inverno vi toccherà comprare gondole e non bici, fare canali e non piste ciclabili. Se non volete remare contro mettete mano ai rubinetti, ops, scusate alle delibere, alle determine, insomma fate qualcosa.

Siete il nuovo che avanza? bene! Ma non fatelo sott’acqua!!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.