La Giunta è fatta: ora si (ri)faccia Modugno

 “Quella che inauguriamo oggi è una giunta di coalizione, che vede rappresentati tutti i partiti che hanno contibuito alla vittoria dello scorso 30 maggio”, commenta il Sindaco Gatti. “Non abbiamo tenuto in nessun conto il manuale Cencelli, ma abbiamo preferito valorizzare le capacità e professionalità presenti nei partiti”. “Un’altra novità è costituita dal fatto che i componenti della giunta non hanno mai ricoperto incarichi assessorili”.

Tra le priorità della nuova squadra di governo “l’adesione al bando per il programma di rigenerazione urbana, il piano sociale di zona, il rilancio della raccolta differenziata ed il prosieguo della strada già tracciata per le cooperative edilizie”. Il 2 giugno l’Ufficio centrale elettorale ha proclamato Sindaco Domenico Gatti (Pd), che, a capo di una coalizione composta da PD, UdC, La Puglia per Vendola, SEL, IDV, API, le liste civiche “Viviamo Modugno” e “Modugno in Movimento”, MPA e Rifondazione Comunista, è stato eletto il 30 maggio al turno di ballottaggio, quando ha superato con il 62,62% delle preferenze, Giuseppe Vasile, candidato del centrodestra.

Si attende ora che l’Ufficio centrale elettorale proclami gli eletti al Consiglio Comunale. Dal giorno della proclamazione del Consiglio Comunale Gatti avrà dieci giorni di tempo per convocare la prima seduta di Consiglio, che dovrà tenersi entro i dieci giorni successivi. Nel corso della seduta il Sindaco comunicherà la giunta al Consiglio Comunale.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.