Confusione

Durante la lunga marcia, constatando il grande caos del campo avversario, Mao Tse-Tung asserì: “sotto il cielo la (loro) confusione è grande, la situazione (per noi) è eccellente”. Da noi invece, durante la marcia di avvicinamento alle prossime elezioni amministrative, molti dei candidati alla carica di sindaco pensano di poter rendere eccellente la propria situazione facendo solo tanta confusione.

Il numero di candidati è diventato esorbitante, per ognuno di loro ci sono almeno due o tre liste in appoggio. Il numero di candidati a consigliere si avvia a raggiungere l’enorme percentuale del 3% degli elettori; un candidato ogni 30 votanti; 7-800 iscritti nelle liste per 24 poltrone da consigliere. Nei prossimi mesi gli elettori dovranno decidere a chi dare il proprio voto; ad un amico o ad un conoscente, parente, figlio proprio o di ignoti, per bene, o non tanto.

Inviati da tizio a caio con la raccomandazione di sempronio. Gli elettori saranno avvicinati, implorati, a qualcuno sarà chiesto di restituire un antico favore, a qualcun altro sarà chiesto o promesso un nuovo favore eccetera. Tutto ciò avrà come conseguenza quello di confondere la volontà degli elettori e non ci resterà che essere d’accordo con quanto cantava Lucio Battisti “mi dispiace se sei figlia della solita illusione e se fai confusione”.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.