A Palazzo Scarli mostra sul Presepe di Modugno

Classici vicoli napoletani anfore e paesaggi esotici: diciassette presepi in gara Evento organizzato dall’Associazione Amici del presepe e Promozione sociale San Rocco e San Nicola, con una sezione dedicata alle opere degli under 12.

“Il Natale e il presepe sono nostri valori da secoli, custodiamoli con cura”. È lo slogan affisso sul manifesto della III edizione del Presepe di Modugno. Una gara tra costruttori di presepi non professionisti che hanno voglia di esprimere la loro creatività e far rivivere questa antica tradizione, molto sentita al sud, e troppo spesso emarginata. Due sono le categorie che prenderanno parte alla competizione: ragazzi fino ai 12 anni e adulti.

Attualmente sono iscritti 12 gli adulti e 5 i ragazzi concorrenti. Le opere in esposizione sono state create artigianalmente rispecchiando un po’ tutti i canoni del presepe tradizionale e non. Vi sono presepi ambientati nei classici vicoli napoletani, presepi costruiti in un’anfora, presepi ambientati in paesaggi esotici. Sarà il pubblico a decretare il vincitore della competizione che riceverà, simbolicamente, un cesto natalizio con vari prodotti tipici offerto, organizzatori dell’evento.

“Fino all’ Evento organizzato dall’Associazione Amici del presepe e Promozione sociale San Rocco e San Nicola 19 dicembre tutti coloro che visiteranno la mostra riceveranno una scheda sulla quale potranno segnare la loro preferenza – commenta Giuseppe Magaletti, presidente dell’associazione Promozione Sociale San Rocco e San Nicola – vogliamo che il pubblico decreti il vincitore”. Durante la mostra–concorso verrà esposto il presepe Comunale, opera compiuta dallo stesso Giuseppe Magaletti in sole due settimane.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.