Un team per curare gli animali

L’ambulatorio veterinario è accreditato al Ce.Le.Ma.Sche ed è tra i pochi in provincia. Richiamo alle vaccinazioni, sopratutto per la Leishmaniosi diffusa a Modugno.

A partire dallo scorso dicembre gli amanti degli animali hanno un nuovo punto di riferimento a Modugno: da quattro mesi è infatti operativo l’ambulatorio veterinario associato di via S. Lucia, all’interno del quale un team di chirurghi ed anestesisti è disponibile per visitare e curare i piccoli animali, e per fornire utili consigli ai loro proprietari. Attivo ad orario continuato (9:00 – 20:00), l’ambulatorio del dott. Grimaldi e delle dott.sse Bartoli e Montanaro è dotato di una stanza per le visite, di una stanza destinata al soggiorno degli animali, di una moderna sala operatoria e di una sala radiologica ad alta frequenza attrezzata per lo sviluppo digitale, che permette di ottenere con meno scatti (e quindi meno stress per l’animale) immagini più mirate. Specializzato nella chirurgia, il personale offre una gamma di servizi che spazia dalla vaccinazione agli esami di routine, ma propone anche un check-up generale della durata di un’ora ed un servizio di day-hospital per animali che abbiano appena subito un intervento o che presentino particolari patologie. Segnaliamo inoltre come l’ambulatorio sia uno dei pochi centri Ce.Le.Ma.Sche accreditati della provincia: al suo interno è dunque possibile ottenere per il proprio cane la certificazione ufficiale che attesti l’assenza di patologie scheletriche congenite (come la displasia dell’anca), utile soprattutto per gli esemplari da riproduzione. Chiamati a dare qualche consiglio ai proprietari di animali, i dottori ricordano di non trascurare la profilassi iniziale e il richiamo delle vaccinazioni, soprattutto per la Leishmaniosi tanto diffusa a Modugno, di presentarsi per l’inserimento del microchip di riconoscimento (obbligatorio per legge) entro 30 giorni dall’adozione,e soprattutto di non aspettare troppo a contattare il veterinario: l’attesa, oltre a comportare maggiori sofferenze per l’animale, può portare alla necessità di un costoso intervento chirurgico laddove sarebbe stata sufficiente una terapia medica.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.