Skip to content

Document Header

No all’olio tunisino

No all’olio tunisino published on Nessun commento su No all’olio tunisino

pepOlio dalla Tunisia, Vicepresidente Longo: “No incondizionato”

Pubblicato il

“Diciamo no senza se e senza ma all’importazione di olio tunisino in regime di esenzione fiscale nel già saturo mercato europeo e a danno dei produttori del Sud Europa di olio extravergine di oliva. Se il parlamento europeo approverà il via libera da parte della Commissione per il Commercio internazionale all’incremento della quota d’import del prodotto di scarsa qualità proveniente dal Nord Africa, darà un colpo letale all’economia del Sud Italia in generale e della nostra regione in particolare”. E’ l’appello del vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Peppino Longo.
Non si tratta solo di questioni legate alla quantità, pur se siamo di fronte a ben 35mila tonnellate di prodotto nordafricano che si vanno ad aggiungere alle oltre 50mila già previste da un precedente accordo. Nonostante possa condividere le motivazioni di solidarietà e aiuto ad un Paese che attraversa un periodo complesso – aggiunge Longoresto fermamente convinto che questa invasione di prodotto difficilmente tracciabile e a basso costo creerà di fatto un blocco alle sacrosante regole del commercio nazionale e internazionale nell’ambito della libera e corretta concorrenza, senza contare i rischi per i consumatori, e la possibilità – reale – che eventuali produttori senza scrupoli possano approfittarne per contaminare e distruggere di fatto le proprietà organolettiche che hanno fatto del nostro extravergine di oliva una prodotto di eccellenza a livello mondiale. Le ripercussioni sarebbero gravissime tanto in termini di immagine per l’agroalimentare pugliese, oltre che per l’intera filiera economica e occupazionale pugliese”.

Lascia un commento

Primary Sidebar